RICERCA HOTEL


Arrivo
Partenza

Info utili:

alcune informazioni pratiche utili a visitare Corfù

Leggi »

News

Assistenza Clienti

Assistenza Clienti

English Español Italiano


Storia di Corfù

 

L’isola di Corfù è abitata da migliaia di anni. L'imperatore romano Tiberio aveva una villa a Kassiopi, ma anche Nerone visitò la città.
Sidári appare a prima vista solo una moderna località di villeggiatura, ma si hanno testimonianze di vita già nel Neolitico (7000 aC). Ancora prima, intorno al 40.000 aC, popolazioni paleolitiche risiedevano nella zona di Gardiki, il più antico sito storico che rimane sull'isola.
La prima invasione conosciuta fu quella dei Corinzi nel 734 aC, ma furono sconfitti dai corfioti in quella che fu la prima battaglia in mare registrata nelle acque greche, nel 644 aC. A loro seguirono gli Spartani nel 375 aC, e poi i Romani che vi soggiornarono per quasi 600 anni.
È stata negli anni invasa anche da Goti, Vandali, Normanni e poi dal re di Napoli e nel 1386 i veneziani l’hanno conquistata. I corfioti sono orgogliosi di essere l'unica regione della Grecia a non essere mai stata conquistata dai turchi, sebbene i turchi siano quasi gli unici a non aver conquistato Corfù.
Nel 1797 i francesi presero l'isola e poi nel 1814 fu la volta degli inglesi, il cui dominio è durato 50 anni. Infine, nel 1864, Corfù guadagnò la propria indipendenza e divenne parte del moderno stato greco. Ci fu anche una breve invasione dagli italiani nel 1923 e nuovamente nel 1941 quando controllarono l'isola per un periodo di tre anni a fianco delle forze tedesche.
Da allora l'isola ha goduto pace e prosperità con i turisti come graditi ospiti. Un milione di loro arrivano ogni anno tra la Pasqua e la fine di ottobre. Vi è anche una notevole comunità di immigrati, soprattutto britannici e tedeschi, che vivono sull'isola tutto l'anno.
Sembra incredibile, ma non si sa per certo da dove derivino il nome inglese dell’isola Corfù e quello greco Kerkyra. Corfù probabilmente proviene da una parola greca, korifai, che fa riferimento alle due colline rocciose su cui la Fortezza Vecchia fu costruita nel 6° secolo. Kerkyra però rimane un mistero. La parola greca kerkos significa "maniglia" e si ritiene che ci sia un legame con la forma dell’isola. Invece la leggenda narra che una ninfa di nome Kerkyra, o Korkyra, fu portata sull'isola dal dio del mare Poseidone e il suo nome fu dato all'isola.